Skip to Content

Hospice a San Benedetto del Tronto dell'Area Vasta 5

Inaugurato l'hospice "Bagliori di luce - Viviana Campanelli" dell'Area Vasta 5.

L’Hospice è gestito dal Distretto Sanitario di S. Benedetto e collocato al quinto piano dell’Ospedale Madonna del Soccorso ed è uno dei servizi della Rete territoriale delle cure palliative. Luogo d’elezione per l’assistenza al malato terminale rimane sempre il proprio domicilio, ma quando quest’ultimo è temporaneamente o definitivamente inidoneo, l’Hospice ne costituisce valida alternativa.

Un percorso lungo e travagliato, giunto al suo esito negli ultimi giorni del 2019. Cesare Milani, direttore dell'Area Vasta 5 - L'hospice è un luogo importante per la gestione del fine vita. Si tratta, in definitiva, di una grande conquista di civiltà. Ringrazio quanti si sono adoperati, in special modo l'Asmo e la famiglia Campanelli, che ha donato gli arredi». La struttura, nello specifico, eroga un servizio di terapie palliative per chi è in fase terminale attraverso interventi di carattere sanitario e psicologico. L'assistenza prestata è totalmente gratuita, e vi si accede su indicazione del medico di famiglia e medico palliativista. Generalmente questo tipo di struttura è dedicato ai pazienti che hanno una prospettiva di vita non superiore a tré mesi, e il cui male presenta una sintomatologia troppo complessa per le semplici cure domiciliari. «Vogliamo che sia un luogo di vita, una casa - aggiunge Lucia Mielli, coordinatrice del servizio - pertanto abbiamo evitato di mettere orari rigidi per l'ingresso. Inoltre saranno presenti anche tanti giochi per bambini e permetteremo di personalizzare le stanze di degenza». L'hospice si compone di otto posti letto, posizionati in altrettante camere separate l'una dall'altra. Al suo interno l'ambiente si dota di apparecchi per gas medicali e aspirazioni, ma anche comodità domestiche come telefono e tv e infine stanze speciali: due saloni polivalenti con vista mare, una tisaneria e un internet point ed anche una piccola cappella. Definito anche il personale: un medico palliativista, un coordinatore infermieristico, sei infermieri e sette operatori sociosanitari per le ventiquattr'ore, uno psicologo per otto ore settimanali, e infine un medico specialista se previsto dal piano di assistenza individuale.


Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l’informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su Accept acconsenti all’uso dei cookie.
Mission